Toscolano, ponte sul fiume omonimo

Il ponte sul fiume Toscolano – costruito in muratura ad una sola arcata a sesto ribassato – è ricordato in due delibere del Consiglio di Riviera del 1457 e del 1471. In quest’ultima si accenna in particolare a danneggiamenti al ponte, che pochi anni dopo si provvide a riparare ricorrendo a una copertura di ghiaia. Solo un mese più tardi fu decisa tuttavia la costruzione, poco distante dal primo, di un ponte di legno, oggetto di manutenzione fino ai primi anni del sec. XVI, quando fu sostituito da un ponte in muratura. La costruzione della nuova opera era stata data in appalto fin dal 1497 dalla Comunità di Riviera a Bernardino Berlendi di Martinengo e Pasquino Cominzolo di Toscolano, i quali porteranno a termine i lavori solo nel 1506. Il nuovo ponte è probabilmente quello giunto sino a noi.

Al centro del ponte, sul lato verso valle, era una piccola edicola rettangolare. Donato Fossati nella sua Storia di Toscolano afferma che conteneva un “simulacro in pietra” che i Madernesi chiamavano della ‘regina cagna’, attribuendolo a Beatrice Regina che aveva spostato la capitale della Riviera da Maderno a Salò.

Qui è possibile scaricare la scheda completa a cura di Gian Pietro Brogiolo.